top of page

Bio

Marco Sinopoli:

Compositore, arrangiatore e polistrumentista Marco Sinopoli abbraccia nella sua produzione musicale  composizioni di musica contemporanea, jazz moderno e musica per immagini.

Nel 2022, riceve il primo premio nel “Global Music Award” per il disco “Chromatic landscape”, pubblicato dall’etichetta “Parco della Musica” dell’Auditorium di Roma, con il suo gruppo “Marco Sinopoli Extradiction”.

Nel 2023 riceve la nomina di “Advisor for composition” per l’American Academy of Rome, insieme ad importanti compositori quali Alvin Curran, Francesco Antonioni e Stewart Wallace.

Ha ricevuto diverse commissioni come compositore da enti quali ad esempio “Nuova Consonanza”, “Macerata Arena Sferisterio”, “Accademia Filarmonica Romana”, “Fondazione Paolo Grassi”, “Roma Sinfonietta”, ”Seminario de cultura Mexicana”, collaborando con diverse formazioni e solisti tra i quali “Sentieri Selvaggi”,  “Quintetto di fiati di Città del Messico”, “Mitja Quartet”, “Alessandro Carbonare trio”.La sua musica è stata suonata in Italia, Austria, Germania e Messico.

Negli anni ha collaborato come chitarrista in Italia e all’estero con diversi artisti, nell’ambito del jazz e della musica leggera, fra i quali Fabrizio Bosso, Roberto Gatto, Michele Rabbia, Nicola Stilo, Ramberto Ciammarughi, Jonathan Kreisberg, Francesco Bearzatti, Sergio Cammariere, Lino Patruno, Alessandro Gwis, Massimo Nunzi.

Nel 2018 fonda i “Marco Sinopoli Extradiction” ensemble con il quale sviluppa la propria musica originale in un approccio jazz trasversale, pubblicando il primo disco “Chromatic landscape” nel 2021 per l'etichetta “Parco della Musica records”, collaborando con il flautista Nicola Stilo.Per il 2024 è prevista l’uscita del secondo disco dei “Marco Sinopoli Extradiction”, per l’etichetta “Parco della Musica records”, incentrato sulla musica di Ravel.


Nel 2019 vince il premio internazionale “Macerata Opera Festival” e la commissione per il lavoro di teatro musicale “Can you heart me?”  all’interno del Festival dello Sferisterio di Macerata e di Roma Europa Festival. Realizza diversi concerti durante la pandemia nel 2020 per il Ministero dei Beni Culturali, tra i quali il progetto di rivisitazione di brani di musica del ‘900 in collaborazione con Roberto Gatto.

Nel 2022 fonda il “Marco Sinopoli 5et” con Simone Alessandrini, Luca Cipriano, Marco Siniscalco ed Evita Polidoro, in veste di compositore, chitarrista e pianista. Nello stesso anno presenta il progetto “Cristalli” con sue composizioni tra jazz moderno, musica elettronica e aleatoria all’interno del Museo Maxxi con Michele Rabbia, Alessandro Gwis e Daphne Nisi.


Parallelamente, oltre al lavoro in studio come turnista e arrangiatore, compone musiche per spettacoli teatrali, cortometraggi, pubblicità e documentari.

bottom of page